Archivio Blog
Ricerca Blog

Harvard definisce il caffè un alleato contro la tristezza.

Posted on1 Year fà
Harvard definisce il caffè un alleato contro la tristezza.

«Utile contro i dispiaceri, i rancori e la memoria dei dolori.»

Così Omero, nella sua celebre Odissea, definisce la nota bevanda nera di cui la maggior parte di noi non riesce a fare a meno: il caffè. Un’affermazione, la sua, che sembra non concordare con i tantissimi studi che lo classificano come deleterio per chi soffre di stati d’ansia o per i soggetti che soffrono di patologie cardio-vascolari.

 

Ad avvalorare però la tesi del poeta greco ci pensano i ricercatori dell’Harvard School of Public Health, i quali, grazie ad uno studio condotto su soggetti depressi, hanno dimostrato che le persone che bevono in media tre caffè al giorno corrono un rischio minore di soffrire di depressione. Mentre studi condotti dalla Seul National University, sostengono che basta solo il profumo del caffè per permettere alla mente umana di rilassarsi.

 

Un consumo moderato di caffè comporta quindi, nei soggetti che ne fanno uso, un miglioramento dell’umore e molti altri benefici: favorisce la capacità di concentrazione dell’individuo; rallenta il processo d’invecchiamento, poiché ricco di antiossidanti; infine aiuta a ridurre il rischio di malattie come il diabete di tipo 2, il tumore alla pelle e la cirrosi epatica.

 

Non rinunciate alla quotidianità e al piacere di un’ottima tazza di caffè. Il segreto, come in tutte le cose, è non esagerare.

Menu

QR code

Settings

Share